Questo sito può funzionare solo con JavaScript abilitato.
Verificate nel vostro browser le opzioni di abilitazione di JavaScript.

www.giuseppesantonocito.com
Le domande dell'ansioso - N.4

[

Le domande dell'ansioso - N.4

]


psicoterapia – 22/01/22

Domanda N.4: "Ne ero guarito, e ora ci sono ricascato! Perché?"



Contrariamente alla domanda della prossima puntata, che come vedremo è incoraggiante, la domanda che esaminiamo oggi nella quarta puntata della nostra video serie è segno di un certo scoraggiamento.

È scoraggiante non tanto per la ricaduta, quella si può sempre superare. È scoraggiante perché, se soffri d'ansia, mostra che il percorso che hai fatto per uscire dalla tua ansia, psicoterapeutico o di altro tipo, purtroppo non è stato completamente efficace.

Non per la ricaduta in sé stessa, ma perché ti stai preoccupando per la ricaduta!

Sembra un discorso circolare, che spiega se stesso, e infatti è proprio così!

L'ansia ti fa preoccupare anche del fatto di avere preoccupazioni. È paura della paura.

Il fatto che tu ti stia preoccupando di qualcosa, è già ansia. Quindi se ti preoccupi sei ansioso, indipendentemente che ti stia preoccupando per la ricaduta o per qualsiasi altra cosa.

Quindi, in altre parole, se sei preoccupato per la ricaduta, significa che la tua ansia è ancora in funzione!

Se sei andato in terapia, probabilmente non hai eseguito le istruzioni che ti sono state prescritte, o non ti sono state prescritte, o magari non ti è stato spiegato bene in cosa consiste l'ansia, e come funziona.

Così come le parole hanno il potere di descrivere se stesse, come sto facendo io adesso, proprio in questa frase, così l'ansia ha il potere di farti preoccupare di essere ansioso.

Per questo diciamo che l'ansia è circolare, è un circolo vizioso.

Dunque ti trovi in questa situazione, ti sei dato da fare per superare la tua ansia e per un certo tempo ci sei riuscito. E questa è già una notizia positiva, quindi tienine conto.

Solo che evidentemente resta ancora del lavoro da fare.

Se finora non hai ricevuto cure appropriate, psicologiche o di altro tipo, forse sarebbe il momento di pensarci.

Se invece ne hai ricevute, sarebbe il caso che tu andassi a riparlare con chi ti ha curato, oppure, se senti che qualcosa è mancato in quell'aiuto che hai ricevuto, o anche per avere un secondo parere, potresti sentire un diverso professionista._

_CONDIVIDI

         



_ARTICOLI RECENTI






_CATEGORIE

tutte (679)
video (55)
alimentazione (36)
ansia/panico (31)
commenti (1)
comunicazione (26)
cultura (8)
depressione (27)
evoluzione (23)
famiglia (14)
formazione (2)
generale (93)
lavoro (35)
media (16)
modello strategico (2)
neuroscienze (43)
psicoterapia (55)
relazioni (50)
ricerca e metodologia (1)
scuola e istruzione (13)
sessualità (9)
società (95)
sport (7)
sviluppo (27)
training autogeno (2)
varie (2)
website (6)




_ARCHIVI

tutti (679)
2022 (86)
2021 (31)
2020 (3)
2019 (6)
2018 (11)
2017 (31)
2016 (17)
2015 (63)
2014 (10)
2013 (15)
2012 (17)
2011 (113)
2010 (185)
2009 (78)
2008 (13)





Invia la tua email per iscriverti alla newsletter e ricevere aggiornamenti:








Utilizziamo i cookies ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679 (GDPR), aggiornato dal Provvedimento n. 231 del GPDP del 10/06/21, per rendere più personale la tua esperienza di navigazione.

I cookies non obbligatori sono sempre disattivati.

Clicca su "Ok" per continuare la navigazione.


Ok


Cliccare qui per ulteriori informazioni