Questo sito può funzionare solo con JavaScript abilitato.
Verificate nel vostro browser le opzioni di abilitazione di JavaScript.

www.giuseppesantonocito.com
15 modi per studiare meglio e prendere buoni voti 2/3

[

15 modi per studiare meglio e prendere buoni voti 2/3

]


generale - 09/01/22

Video serie in 3 puntate: 15 suggerimenti per studiare meglio e prendere buoni voti agli esami. Seconda puntata: suggerimenti e tattiche pratiche di studio.



Proseguiamo con la seconda puntata di questa video serie ed entriamo nel vivo delle tattiche specifiche da utilizzare durante lo studio.

4. L'indicizzazione


Quando ti trovi fra le mani un nuovo libro, occorre fissare nella mente lo schema generale degli argomenti.

Quindi per prima cosa leggi l'indice.

Da cima a fondo, per farti una prima idea degli argomenti che troverai descritti.

Poi esegui una prima lettura veloce del libro, come se fossi in libreria e stessi decidendo se vuoi comprarlo:

Sfoglialo tutto, ritrovando in ogni capitolo i titoli che hai letto prima nell'indice, e lasciando che sia la tua curiosità a farti soffermare su una pagina, una frase o una figura, che ti colpiscono più del resto.

Vai avanti finché non sei arrivato in fondo.

Poi fai l'opposto: parti dalla fine, cioè dall'ultimo capitolo, e rifai lo stesso percorso a ritroso, finché non sarai arrivato al primo capitolo.

5. La lettura saltellante


A questo punto puoi iniziare a leggere il libro in modo random, cioè iniziando da dove ti pare.

Dall'argomento o dal punto che ti ha incuriosito di più.

E poi via via inserisci anche gli altri argomenti.

Facendo in questo modo, cioè lasciandoti guidare dalla curiosità invece che dall'ansia, di DOVER leggere tutto il maledetto libro, sarai più stimolato, e quindi te lo ricorderai meglio.

Non c'è niente di peggio che fare le cose per dovere. Quando si deve fare una cosa faticosa o sgradevole, il modo migliore per farla bene è farsela piacere.

E per fare questo devi scovare e identificare tutti gli aspetti che a te specificamente, possono risultare piacevoli.

Dimenticavo: in queste fasi fatti nascondere gli evidenziatori e non sottolineare assolutamente nulla!

[titolo 6: La lettura sistematica]
Solo quando avrai completato le fasi precedenti e ti sarai abbastanza familiarizzato con i contenuti del libro, potrai iniziare a studiarlo in modo sistematico, quindi da cima a fondo.

Sottolinea o evidenzia al massimo il 10%-15% di ogni pagina.

Anche a seconda del tipo di materia: è chiaro che un libro di analisi matematica, di ingegneria, sarà più denso di concetti rispetto a un romanzo.

Ma non fare come le studentesse ansiose di psicologia, che se un libro ha 500 pagine le sottolineano tutte, dall'inizio alla fine, finendo per spendere più di evidenziatori che per comprare il libro.

Non ti serve a nulla. Evidenziare vuol dire dare più importanza ad alcuni concetti rispetto agli altri.

Ma se sottolinei tutto, vuol dire che tutto è importante, dunque che nulla è importante.

Dovrai ripetere la lettura sistematica tante volte quante saranno necessarie.

Ma se avrai sottolineato in modo intelligente, dalla seconda lettura in poi potrai leggere solo ciò che avrai evidenziato, quindi farai molto prima.

Fra una lettura e l'altra non dimenticare di ripassare insieme agli amici, come abbiamo visto prima.

7. La lettura veloce


Esistono innumerevoli sistemi di lettura veloce, quindi non starò a ripeterli qui, puoi trovare ovunque tutorial al riguardo.

Ma uno stratagemma decisamente avanzato e quasi sconosciuto di lettura efficiente che voglio darti oggi consiste nel far scorrere l'occhio sulla parte superiore delle lettere, perché questo ti facilita la lettura.

Se infatti consideri una frase scritta, come quella che vedi qui sotto, se copri la metà inferiore delle lettere vedrai che è ancora perfettamente leggibile. Ma se invece copri la metà superiore non capirai quasi niente.

Questo perché il contenuto informativo dei caratteri stampati è localizzato quasi per intero nella parte superiore. È una cosa che pochi sanno.

8. Occhio alle liste!


Quando devi memorizzare una lista di punti, ricorda che quelli in cima e in fondo alla lista sono quelli che tendiamo a ritenere di più nella memoria.

Puoi sfruttare questo fatto iniziando e terminando a studiare non sempre dallo stesso punto, ma da punti diversi ogni volta.

Altrimenti se inizi sempre dallo stesso punto ti ricorderai meglio quel punto e gli altri no!

9. leggere o ascoltare?


Alcune persone imparano meglio vedendo, altre ascoltando, altre ancora pronunciando le parole.

Se tu sei, come me, una persona molto visiva, preferirai leggere piuttosto che ascoltare un testo recitato. E farai prima.

Ma se sei prevalentemente uditivo, potresti trovare più facile registrarti un argomento e poi riascoltartelo.

E magari impararlo meglio già mentre lo leggi ad alta voce!

10. Insegnare per imparare meglio


Un altro modo per imparare meglio un argomento è insegnarlo a qualcun altro.

Insegnare ti obbliga a riorganizzare il materiale che hai nella mente in modo da renderlo accessibile all'altra persona, e questo è già un modo per effettuare un ripasso.

Inoltre, riorganizzare delle idee significa imprimerle nella memoria in modi diversi, e anche questa, se ci pensi, è una forma di ripetizione.

E la memoria, anche se qualcuno ti ha detto che non è vero, è aiutata moltissimo dalla ripetizione.

Bene, nella terza puntata di questo video ti spiegherò come comportarti alle interrogazioni, per aumentare al massimo le possibilità di prendere buoni voti._


Contatti


Se vuoi essere ricontattato, scrivimi una email oppure riempi e invia il modulo sotto.

Se vuoi contattarmi direttamente, puoi telefonarmi o scrivermi su WhatsApp.



+39 329 4073565


info@giuseppesantonocito.com


WhatsApp




STUDIO PRIVATO
Via della Manifattura 7/a - 50058 Signa, Firenze

Vedi le mie recensioni su Google Maps

Scrivimi una recensione!



(i campi contrassegnati dall'asterisco sono richiesti)

Nome: (*)
Cognome: (*)
La tua email: (*)
Richiesta: (*)
Note:






Utilizziamo i cookies ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679 (GDPR), aggiornato dal Provvedimento n. 231 del GPDP del 10/06/21, per rendere più personale la tua esperienza di navigazione.

I cookies non obbligatori sono sempre disattivati.

Clicca su "Ok" per continuare la navigazione.


Ok


Cliccare qui per ulteriori informazioni