Questo sito può funzionare solo con JavaScript abilitato.
Verificate nel vostro browser le opzioni di abilitazione di JavaScript.

www.giuseppesantonocito.com
Uscire dall'ansia NON significa rilassarsi!

[

Uscire dall'ansia NON significa rilassarsi!

]


ansia e panico - 14/01/22

Se sei ansioso, tipicamente tu credi che uscire dall'ansia vuol dire rilassarsi, prendere camomilla e gocce rilassanti "naturali", fare sport distensivi come il nuoto, la corsa o la bicicletta, per scaricarti. E se ti dicessi che per vincere l'ansia occorre essere ancora più attivo di quello che sei già?



E se ti dicessi invece che per vincere l'ansia occorre essere ancora più attivo?

Dato che l'ansia è percepita come una forma di tensione, sia fisica che mentale, la conclusione apparentemente più logica è che tu debba eliminare quella tensione.

Sarebbe come dire: siccome il soldato ha paura di andare in guerra, allora la soluzione è... non andarci.

E invece, i soldati che vanno in guerra e continuano a starci - e che sopravvivono - sono quelli che, dopo un po', la paura la superano. E non la sentono più.

Ora, il paragone con la guerra potrò sembrarti troppo forte, ma spesso le cose puoi capirle più facilmente se vai agli estremi.

Anche perché la guerra che devi combattere è quella contro l'ansia! Non contro te stesso!

Se sei ansioso, tipicamente tu eviti le sensazioni, le situazioni e i pensieri che ti preoccupano.

Ma così facendo ti stai mantenendo nel ruolo di ansioso senza nemmeno accorgertene.

Perché ogni volta che eviti è come se ti ripetessi un messaggio silenzioso che dice: "Ecco, lo vedi? Stai evitando di nuovo. Perché sei ansioso".

E così ti convinci sempre di più di esserlo.

La tensione che senti, perciò, che può essere solo fisica, solo mentale o entrambe, è dovuta al tuo continuare a evitare passivamente.

Diventi sempre più sensibile, come la ferita che tieni troppo coperta, invece di lasciarla all'aria ad asciugare.

Evitando, respingendo o cercando di prevenire le situazioni che ti preoccupano, ti fai solo del male perché stai lottando contro te stesso. Ed è da qui che deriva la tensione.

Invece di andare in guerra contro l'ansia, ti comporti da disertore. E preferisci lottare contro te stesso. E così il nemico (l'ansia) vince e ha il sopravvento su di te.

Ecco perché per uscire dall'ansia quello che ti serve non è rilassarti, stordirti, addormentarti o distrarti.

È lavorare di più, attivamente, smettere di evitare le situazioni ansiogene, anche se all'inizio questo ti farà preoccupare ancora di più, perché andrai a sollecitare le tue resistenze, finché non le avrai spezzate.

Ma non importa. Se sai che la direzione è quella giusta, è uno sforzo che vale la pena intraprendere. Perché la lotta contro l'ansia si può vincere, ma quella contro te stesso può non avere mai fine._


Contatti


Se vuoi essere ricontattato, scrivimi una email oppure riempi e invia il modulo sotto.

Se vuoi contattarmi direttamente, puoi telefonarmi o scrivermi su WhatsApp.



+39 329 4073565


info@giuseppesantonocito.com


WhatsApp




STUDIO PRIVATO
Via della Manifattura 7/a - 50058 Signa, Firenze

Vedi le mie recensioni su Google Maps

Scrivimi una recensione!



(i campi contrassegnati dall'asterisco sono richiesti)

Nome: (*)
Cognome: (*)
La tua email: (*)
Richiesta: (*)
Note:






Utilizziamo i cookies ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679 (GDPR), aggiornato dal Provvedimento n. 231 del GPDP del 10/06/21, per rendere più personale la tua esperienza di navigazione.

I cookies non obbligatori sono sempre disattivati.

Clicca su "Ok" per continuare la navigazione.


Ok


Cliccare qui per ulteriori informazioni