Questo sito può funzionare solo con JavaScript abilitato.
Verificate nel vostro browser le opzioni di abilitazione di JavaScript.

www.giuseppesantonocito.com
Come superare la gelosia retroattiva

[

Come superare la gelosia retroattiva

]


relazioni - 28/01/22

Hai scoperto che tuo marito, tua moglie o la tua fidanzata ha avuto un'altra storia prima di stare con te, con un'altra persona, della quale non sapevi nulla.

E ora sei assalito dalla gelosia.

Gelosia retroattiva, la chiamano alcuni.



Eppure, di fatto non sei stato tradito, ma ti senti lo stesso così, perché lei non ti ha mai raccontato di questa storia passata.

E ora che l'hai scoperta, dall'amica pettegola o per conto tuo, ti senti cadere il mondo addosso. L'altro non è la persona che pensavi!

Uno dei modi migliori per far fallire una relazione è scavare nel passato del partner.

Il rischio della gelosia retroattiva è sempre presente e come ogni ossessione, più lo si alimenta, più diventa reale.

Se mi stai seguendo e hai visto i video dei giorni scorsi, avrai capito che le ossessioni sono come animali: più dai loro da mangiare, più crescono.

E se il tuo partner finora non ti ha dato segni che ti tradisce, perché andarne a cercare?

Chi cerca, trova, dice il proverbio.

Non sto dicendo di chiudere un occhio o tutti e due; sto dicendo che per fare il poliziotto o il giudice bisogna avere la vocazione.

Tu senti di averla?

Senti di poter frequentare con disinvoltura i bassifondi dell'animo umano, quelli dove le persone non sono perfette?

Perché è questo che stai facendo: stai cercando la perfezione nell'imperfezione, giudicando le inevitabili imperfezioni che trovi.

Se avessi un paio di occhiali magici, che ti permettessero di scrutare tutti i pensieri e le emozioni degli altri, li useresti?

Se la risposta è "sì" preparati a una vita di delusioni.

Perché ti deluderesti talmente tanto delle persone, che ti sembrerebbe come se tutto quello che ti hanno detto finora fossero sempre state bugie.

Un altro modo splendido per far fallire le relazioni, complementare al primo, è raccontare tu per prima, all'altro, delle tue storie passate.

Con l'idea molto popolare - ma un po' malata - che si deve essere sempre sinceri (notare il "deve"), costi quel che costi, potresti pensare che sia tu che l'altro "meritiate" di essere sinceri al 100% l'uno con l'altra.

E che la logica conseguenza è raccontargli tutto di te.

E così facendo, invece che iniziare tu a soffrire di gelosia retroattiva, inizierà il tuo partner. Poi lui di rimando si sentirà autorizzato a fare lo stesso, ti racconterà tutto di sé e del suo passato e finirai per diventare gelosa anche tu.

Insomma, sia che tu scavi nel passato dell'altro o che mostri prima di lui la tua voragine, il risultato è lo stesso: la vostra coppia avrà molto probabilmente dei problemi.

Come superare la gelosia retroattiva?


Ti do due suggerimenti per superare o evitare il problema della gelosia retroattiva.

Il primo consiste nel resistere al bisogno di idealizzare.

Di idealizzare prima di tutto l'amore del momento, per quanto bello e travolgente ti possa sembrare.

E di idealizzare l'idea di sincerità, come abbiamo visto. Non c'è bisogno di raccontarsi tutto per filo e per segno. L'amore sopravvive solo a una distanza minima di sicurezza, che si chiama rispetto dei limiti dell'altro. E dei propri.

Idealizzare è perfezionismo, è credere che la perfezione sia facile da trovare. Quindi un atteggiamento di tipo ossessivo.

La verità è che nessuno è perfetto. E non lo è nemmeno l'amore. Scavando a sufficienza, al fondo di ognuno di noi si trovano solo istinti. E gli istinti, lo sappiamo, sono imperfetti e poco elevati. C'è poco da idealizzare negli istinti. Anzi sono proprio il contrario dell'ideale.

Magari lo stai sperimentando a tue spese, ma forse non ti sei ancora resa conto che, se dovessi averne altre, di occasioni per scavare, in futuro, è meglio evitare.

Perciò il secondo suggerimento è conseguenza del primo. Non solo smettere di scavare in modo idealista, ma anche in modo pratico: smetti di andare alla ricerca di prove.

Se non c'è un problema, non lo creare tu. Altrimenti resterai con la spiacevolissima sensazione di avere un problema senza sapere di averlo creato tu stesso, con la tua ossessività.

Quindi, dando per scontato che tu non sia stato tradito dopo che la tua relazione attuale è iniziata, occorre ripartire da questa consapevolezza. E spegnere il motore alla scavatrice che è in te._


Contatti


Se vuoi essere ricontattato, scrivimi una email oppure riempi e invia il modulo sotto.

Se vuoi contattarmi direttamente, puoi telefonarmi o scrivermi su WhatsApp.



+39 329 4073565


info@giuseppesantonocito.com


WhatsApp




STUDIO PRIVATO
Via della Manifattura 7/a - 50058 Signa, Firenze

Vedi le mie recensioni su Google Maps

Scrivimi una recensione!



(i campi contrassegnati dall'asterisco sono richiesti)

Nome: (*)
Cognome: (*)
La tua email: (*)
Richiesta: (*)
Note:






Utilizziamo i cookies ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679 (GDPR), aggiornato dal Provvedimento n. 231 del GPDP del 10/06/21, per rendere più personale la tua esperienza di navigazione.

I cookies non obbligatori sono sempre disattivati.

Clicca su "Ok" per continuare la navigazione.


Ok


Cliccare qui per ulteriori informazioni