Questo sito può funzionare solo con JavaScript abilitato.
Verificate nel vostro browser le opzioni di abilitazione di JavaScript.

www.giuseppesantonocito.com
Posso coinvolgermi sentimentalmente? (il vero narcisista è più raro di quanto credi)

[

Posso coinvolgermi sentimentalmente? (il vero narcisista è più raro di quanto credi)

]


relazioni - 18/03/22

Stai frequentando un uomo conosciuto da poco. Siccome ti piace molto, ti chiedi che intenzioni abbia. E lo vuoi sapere subito, "per prepararti", dici a te stessa, così se le sue intenzioni non fossero serie, anche tu potrai evitare di lasciarti coinvolgere.

Lecita aspettativa o pia illusione?



Uno dei modi in cui la solita, cara, vecchia illusione di controllo si manifesta più spesso è nei sentimenti.

Molte persone, specie molte donne, pensano di poter controllare a piacimento il proprio livello di innamoramento, come fosse un potenziometro: oggi voglio aumentare il volume del coinvolgimento, quindi lo giro di qua. Domani, quando vorrò diminuirlo, lo girerò dall'altra parte.

È vero che alcune persone riescono a farlo, ma non sono così comuni. Ed è vero che l'età dovrebbe aiutare: le cotte che prendevi a quattordici anni si presume non dovresti più averle a 50. Ma si sa, alcuni non imparano mai.

Può esistere anche il caso opposto: la cinquantenne disperata perché non riesce più a innamorarsi, ma ne parleremo magari un'altra volta.

La menzogna è una necessità per l'essere umano. Un truffatore che conobbi tanto tempo fa diceva: tutto ciò che la gente vuole è essere ingannata.

Se al mondo non esistesse la menzogna, l'essere umano sarebbe costretto a confrontarsi ogni giorno con la dura realtà e questo, molti non riescono proprio a sopportarlo.

Per questo anche mentire a se stessi è una necessità.

Gli autoinganni più sublimi avvengono in amore proprio perché è difficile riconoscere la dura realtà dell'amore, e cioè che è l'incontro di due egoismi e che può funzionare solo finché tali egoismi coincidono.

Uno dei modi più facili per ingannarsi è: intanto lo frequento, poi se son rose fioriranno, e se non lo saranno ci lasceremo da buoni amici, senza scossoni, senza sofferenza.

Solo che la natura non è così clemente. Alla natura non interessa nulla di te, di me né di chiunque. Alla natura interessa solo che gli individui si accoppino (non nel senso di "accoppare") e si riproducano ed è disposta a farti soffrire se non ti vuoi piegare a questa regola.

Come? Facendoti legare.

Se porti avanti una relazione raccontandoti che tanto è "senza impegno" e che quindi puoi restare "sentimentalmente non coinvolta", probabilmente stai mentendo a te stessa.

Primo, perché il solo fatto di andare avanti nella relazione vuol dire che t'interessa. O perché al momento non hai di meglio, e quindi parti da una posizione di bisogno e necessità, di scarsità. O perché hai scelto quell'uomo fra altri e quindi a maggior ragione ti interessa proprio lui.

Secondo, perché anche se vuoi mantenerti neutrale, le relazioni e soprattutto il sesso sono stati inventati apposta, dalla natura, per legare le persone. Più frequenti qualcuno, più ti ci affezioni.

Certo, le cose non sono sempre così schematiche. Ma una certa categoria di persone è particolarmente vulnerabile a questo tipo di illusione: si butta a capofitto nelle relazioni come un kamikaze, senza un minimo di protezione.

Non riescono a imparare dai propri errori, perché tutte concentrate sul desiderio, sul sentimento, su ciò che sentono di piacevole nel momento, completamente distratte rispetto ai potenziali svantaggi e al pericolo di farsi male.

Dimenticano le varie parabole sulle mele avvelenate, le sirene di Ulisse e del fatto che alcuni funghi e piante velenosissime sono belli e colorati da vedere.

Non sempre ciò che è attraente ti fa anche bene. Anzi, di solito è vero l'opposto.

E questo mi dà l'occasione di sfatare uno dei miti più comuni dell'immaginario femminile: il narcisista.

"Ho sofferto perché ho trovato un narcisista che mi ha manipolata". Oppure: "Chissà perché trovo solo narcisisti sulla mia strada".

Non è che trovi solo narcisisti, è che sei una pera cotta, per usare il termine tecnico appropriato.

Molti uomini, si sa, vogliono molte donne, ma quello non è narcisismo. Si può spiegare in parte con l'effetto Coolidge, come abbiamo visto, e in parte con la voglia di sensazioni forti. Trovi entrambi i link in descrizione.

Se prendi un uomo maturo e con esperienza, a cui piacciono le donne e che ha una discreta facilità a controllare i propri sentimenti, quello non è un narcisista. È un semplice donnaiolo. E il tuo compito, se ciò che stai cercando è una relazione di lungo termine, è non cascarci!

Magari hai ragione nel dire che trovi solo uomini così. E quindi, mentre ti domandi perché, inizia ad aggiustare il tiro.

Più una cosa sembra attraente, troppo bella per essere vera, più occorre essere paranoici rispetto a cosa hai da perderci, se ti va male.

Se non fai così, se non ti proteggi, finirai per dare le cose buone per scontate e di quelle mediocri darai la colpa alla sfortuna.

Video correlati:
{
      Deficit di erezione e mancanza del desiderio: quanto è dannosa la videopornografia?
      Sensation seeker e topolini: perché usiamo le droghe?
}_


Contatti


Se vuoi essere ricontattato, scrivimi una email oppure riempi e invia il modulo sotto.

Se vuoi contattarmi direttamente, puoi telefonarmi o scrivermi su WhatsApp.



+39 329 4073565


info@giuseppesantonocito.com


WhatsApp




STUDIO PRIVATO
Via della Manifattura 7/a - 50058 Signa, Firenze

Vedi le mie recensioni su Google Maps

Scrivimi una recensione!



(i campi contrassegnati dall'asterisco sono richiesti)

Nome: (*)
Cognome: (*)
La tua email: (*)
Richiesta: (*)
Note:






Utilizziamo i cookies ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679 (GDPR), aggiornato dal Provvedimento n. 231 del GPDP del 10/06/21, per rendere più personale la tua esperienza di navigazione.

I cookies non obbligatori sono sempre disattivati.

Clicca su "Ok" per continuare la navigazione.

Ok

Cliccare qui per ulteriori informazioni